fbpx

Come scegliere una piattaforma ecommerce

Hai capito che puoi ritagliarti il tuo piccolo spazio all’interno del World Wide Web per vedere i tuoi prodotti e sei pronto a capire come scegliere una piattaforma ecommerce per creare il tuo negozio online. in che modo?

Al suo livello più elementare, il software di e-commerce è il carrello stesso. Quando i tuoi clienti selezionano un articolo, questo viene inserito nel carrello ed è lì che impostano le loro preferenze di spedizione e le informazioni di pagamento. Le piattaforme di e-commerce di oggi offrono molto di più, tuttavia, capire esattamente quali sono le tue esigenze può essere piuttosto difficile se sei alle prime armi.

Prima di scendere nei dettagli, faccio alcune premesse. Questa guida è fatta proprio per chi sta partendo da zero, non ha competenze tecniche specifiche e sta valutando se assumere una risorsa interna alla sua azienda o rivolgersi ad una agenzia specializzata

Brevi riflessioni iniziali prima di capire come scegliere una piattaforma ecommerce

  • All-in-one o custom? Alcune piattaforme offrono una suite completa di strumenti in un unico pacchetto bundle. Questi strumenti vanno ben oltre il semplice punto di vendita / elaborazione delle transazioni che è il cuore del software del carrello degli acquisti. Altri ti permettono di mettere insieme la tua soluzione ad-hoc, scegliendo i servizi di cui hai bisogno. Ad esempio, se sei un negozio di abbigliamento che cerca di espandersi nelle vendite online, probabilmente hai già un sistema gestionale che tiene sotto controllo i tuoi prodotti, il tuo magazzino e le tue vendite. In questo caso vorresti trovare qualcosa che si integri con ciò che stai già utilizzando; per questo potrebbe servirti una soluzione custom.
  • Commerciale o Open Source? Ci sono alcune opzioni open source sofisticate e complete che ti mettono a disposizione qualsiasi opzione commerciale disponibile. Se non hai familiarità con il software open source, ti interesserà sapere che è gratuito. Nello stesso tempo se non hai mai sentito parlare di software open source, stanne alla larga. Richiede un po ‘di esperienza tecnica e di solito non c’è alcun supporto coinvolto. 
  • Come prenderai i pagamenti? L’elaborazione dei pagamenti è un altro servizio integrato in una piattaforma di e-commerce all-in-one. Proprio come devi pagare una commissione allatua banca quando un cliente striscia la carta di credito nel POS del tuo negozio, la stessa cosa avviene online. Il provider prende una fee da ogni transazione, quindi ti consiglio di guardarti intorno per capire quale fornitore ti offre il servizio più vantaggioso. E vorrai una piattaforma di e-commerce che ti offra la libertà di scegliere. Non è necessario accontentarsi di un unico metodo di pagamento specifico. 

Caratteristiche di cui hai bisogno

Oltre a questo tipo di considerazioni preliminari, ti consiglio anche di identificare le funzionalità che desideri. 

Sistema di gestione dei contenuti

Se sai cos’è WordPress, allora sai cosa fa un CMS (e puoi saltare la frase successiva). Se non lo sai, è un sistema open source di back-end che puoi scegliere per gestire il tuo sito web e tutti i contenuti che lo compongono. Fornirà modelli e temi che possono determinare l’aspetto del sito nel suo insieme e ti consentirà di aggiornare il sito o qualsiasi pagina del sito mentre è in esecuzione. Wordpress da solo non basta, per sviluppare il tuo shop online avrai bisogno di Woocommerce, un plugin ce ti consentirà di strutturare anche shop online complessi.

Altre soluzioni potrebbero venire da Shopify o BigCommerce. Entrambe offrono un potente CMS come parte del loro pacchetto e una serie di funzionalità in abbonamento che t permetteranno come con wordpress di sviluppare una strategia di marketing adeguata. 

Se poi aggiungerai anche pagine statiche istituzionali e un blog, oltre alla sezione shop, avrai un negozio online attraente e orientato al contenuto. 

Non pensi di aver bisogno di un blog o qualcosa di così complicato? Sbagli di grosso! uno studio condotto dal Content Marketing Institute mostra che il 72% delle aziende riferisce che il content marketing aumenta il coinvolgimento con i consumatori , il che porta a maggiori vendite.

Inventario

L’inventario è qualcosa che non deve necessariamente far parte della tua piattaforma di e-commerce: potresti utilizzare una soluzione di terze parti che si integra bene, ma se parti da zero ti consiglio di documentarti bene sull’argomento. In realtà, non è una questione di “se” il software del tuo carrello della spesa ha alcune funzionalità di inventario, è una questione di quanto sia buono. In alcuni casi, è solo questione di inserire il numero che hai a portata di mano e lasciare che il software conti all’indietro e quindi ti avvisi quando stai per esaurire le scorte. Con altri sistemi (soprattutto esterni al CMS), potresti avere un vero e proprio sistema di gestione degli acquisti e del magazzino e quindi un maggior controllo dell’inventario. Chiaramente non tutte le soluzioni hanno lo stesso prezzo e le stesse funzionalità, quindi la scelta dipenderà unicamente da te, dal tuo potere di spesa e dalle esigenze della tua azienda.

Varianti di prodotto

Dettaglio semplice ma facilmente trascurabile, la possibilità di tenere conto delle varianti di prodotto (come le dimensioni o il colore) garantisce che il tuo sito sia funzionale e professionale. Pensala in questo modo: se vendi una maglietta e quella maglietta è disponibile in 3 taglie diverse e 4 colori diversi, sono 12 magliette diverse. Senza varianti, si tratta di 12 diverse pagine web da cui è possibile acquistare solo un tipo di maglietta. Con le varianti, il prodotto avrà una sola pagina e il cliente potrà selezionare la dimensione e il colore che preferisce. Dal punto di vista della user experience questa è la scelta giusta. Avere varianti di prodotto non renderà il tuo negozio online all’avanguardia, ma non averlo renderà il tuo sito uno zimbello!

Recupero del carrello abbandonato

Se sei davvero sicuro di voler capire come scegliere una piattaforma ecommerce, tieni di conto anche di questo aspetto. Renderà più forte la tua strategia di marketing. Pensa alla potenza di vendita che ti da questo strumento rispetto ad esempio alle vendite che puoi fare direttamente in negozio. Nessuna commessa di H&M ha mai bussato alla porta di un cliente la mattina successiva con le camicie che non aveva acquistato e ha chiesto se intendeva farlo davvero. Sarebbe inquietante 😀 

Ci sono vari sistemi all’interno dei CMS per gestire il recupero dei carrelli abbandonati e creare delle email automatiche che regolarmente inviano dei reminder a chi non finalizza l’ordine.

Buoni e codici sconto sono alla base per capire come scegliere una piattaforma ecommerce

Un modo per convertire quel carrello abbandonato in una vendita è offrire uno sconto una tantum come incentivo a tornare e fare un acquisto. Se il tuo software non è in grado di gestire la generazione di buoni o codici sconto ti perderai molte opportunità di vendita. Ovviamente non è l’unico motivo per cui ne potresti avere bisogno: promozioni e saldi stagionali fanno parte dell’attività, offerte per nuovi clienti rafforzeranno il tuo brand, promozioni per occasioni ed eventi speciali fanno parte del marketing globale, ecc… Come l’inventario, questa è una funzionalità che tutte le piattaforme offrono, ma alcune lo fanno meglio di altre. Assicurati di vedere come viene gestito e che tipologia di scontistiche puoi creare, così da essere sicuro che la piattaforma che sceglierai sia davvero la più indicata per le tue esigenze.

Opzioni di pagamento flessibili e checkout sicuro

Più metodi di pagamento puoi accettare, meglio è. In questi giorni, non si tratta solo di prendere una varietà di carte di credito. I servizi online come PayPal, ApplePay , Amazon pay, Stripe stanno diventando sempre più popolari grazie alla loro garanzia di sicurezza. A proposito: assicurarsi che il tuo sito sia sicuro da cima a fondo è assolutamente donamentale. Ma la posta in gioco è ancora più alta al momento del pagamento, quando alcune informazioni incredibilmente sensibili vengono trasmesse attraverso il web. Ricorda, se il tuo sito viene violato, non sono solo i tuoi dati a essere a rischio. Se non hai preso precauzioni, i tuoi clienti potrebbero pagarne il prezzo. Nello stesso tempo considera che ogni gateway di pagamento ha le sue regole e il suo prezzo (ricordi la famosa fee di cui ti parlavo all’inizio?). Quindi valuta bene cosa preferisci usare e mettere a disposizione dell’utente. Scelti i metodi di pagamento, se stai ancora cercando di capire come scegliere una piattaforma ecommerce, assicurati che essa li supporti.

Aggiungo un’altra considerazione sull’argomento. In base al target a cui ti rivolgi, specialmente se non giovanissimo, purtroppo potrebbe prediligere il pagamento in contrassegno anche se costa un po’ di più. Valuta bene se offrire questa possibilità. Infine ti sconsiglio di dare l’opzione di pagamento a mezzo bonifico bancario, ormai risulta obsolete e nessuno la usa più, proprio perchè non rilascia alcuna garanzia sulla ricezione della merce acquistata.

Gestione delle relazioni con i clienti

Se finalmente sei riuscito a comprendere come scegliere la piattaforma ecommerce che fa al caso tuo, ricordati che ti manca ancora un passaggio di vitale importanza per le tue vendite online: il CRM.

CRM (Customer Relationship Management), è lo strumento che ti aiuterà a memorizzare tutte le informazioni sui clienti, come le informazioni personali, i metodi di pagamento e gli indirizzi di spedizione, nonché i dati su tutti i loro acquisti. 

Sappi che è lo strumento che ti consentirà di personalizzare l’esperienza per i tuoi clienti e sarà quindi alla base delle tue attività di marketing. Saprai quali sono le tendenze dei tuoi clienti, quali prodotti spingere e a chi spingerli. E avrai le loro informazioni di contatto memorizzate in modo da poter commercializzare direttamente nelle loro caselle di posta.

Nella scelta della piattaforma ecommerce potrebbero esserci anche altre variabili da considerare, per cui considero questo elenco potenzialmente non del tutto esaustivo. Tuttavia queste sono le funzionalità principali che saranno parte integrante della crescita e del sostegno del tuo negozio online. Se hai domande, scrivimi nei commenti 😉

Alessandra Renai

Alessandra Renai

Ciao mi chiamo Alessandra e sono una Social & Marketing Strategist. Facebook addicted per natura, sono appassionata di tutte le novità che il web e i social ci propongono e non vedo l'ora di condividerle con voi.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sfoglia le categorie

Condividi 6Magazine

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Vuoi rimettere mano alla tua comunicazione?