fbpx

La differenza tra Photoshop, Illustrator ed InDesign e a cosa servono.

Molto spesso Photoshop, Illustrator ed InDesign vengono utilizzati impropriamente e pensati come software in grado di fare la stessa cosa.
In realtà questi strumenti hanno caratteristiche e funzioni specifiche a seconda di cosa dobbiamo realizzare. Un graphic designer deve quindi necessariamente conoscere ed utilizzare tutti e 3 gli strumenti per sfruttarne al meglio le loro potenzialità.

Le specifiche principali di Photoshop, Illustrator ed InDesign

Ci sono molti designer convinti che, ad esempio, si possa fare tutto su Photoshop, creare loghi su InDesign o impaginare lunghe brochure su Illustrator ma in realtà non è così.
Per molti soprattutto esperti del settore, queste affermazioni potrebbero risultare strane, ma penso sia necessario ed utile fare chiarezza soprattutto per chi si sta approcciano al mondo del graphic design.

Ecco in breve a cosa serve ogni specifico software:

    • Photoshop: è un programma principalmente di fotoritocco e di modifica di immagini.
    • Illustrator: è un programma mirato alla creazione di grafiche vettoriali.
    • InDesign: è un programma di impaginazione.

Vediamo, quindi, più nel dettaglio che cosa possiamo fare con i 3 software.

A cosa serve Photoshop

Già il nome ci dà un bell’indizio. Principalmente è utilizzato per lavorare con le fotografie, è uno dei software di fotoritocco più usato al mondo. Serve in pratica a modificare, creare e ritoccare le immagini “raster” cioè quelle immagini basate sui pixel.

Gli utilizzi principali:

  • Per il ritocco fotografico è possibile lavorare sulla saturazione, colori, ombre, luci, sfondi delle foto e molto altro.
  • Per creare i mockup ad esempio applicare un’etichetta realizzata con Indesign su una bottiglia di vino per simulare come sarà nella realtà.
  • Per il Web è possibile realizzare banner ed immagini per i post dei social. Viene molto spesso anche utilizzato anche per creare l’interfaccia grafica dei siti web, pratica ad oggi però abbastanza abbandonata per cedere il posto a strumenti dedicati come Adobe XD e Sketch.

Non usarlo per:

  • Creare materiale che andrà stampato ad eccezione delle foto, se devi realizzare ad esempio una locandina usa un programma di impaginazione come Indesign.
  • Creare un logo. Ricorda, un logo deve poter essere utilizzato in qualunque dimensione, dal biglietto da visita al manifesto 6×3 mt , quindi ha bisogno di essere costruito in un programma di grafica vettoriale come Illustrator.

A cosa serve Illustrator

Questo strumento è utile per la creazione di immagini vettoriali basate quindi sui vettori che hanno il grande vantaggio di essere scalabili senza perdere mai qualità e definizione.

Gli utilizzi principali:

  • Per creare loghi ed icone il fatto di ottenere un prodotto vettoriale, ci consente di poter utilizzare logo ed icone su qualsiasi tipo di strumento dal biglietto da visita al manifesto senza mai perdere di risoluzione.
  • Per realizzare un’illustrazione una sorta di “dipinto” o di personaggi o paesaggi composta da elementi vettoriali.
  • Per costruire un packaging ovvero la confezione di un prodotto tramite la realizzazione di una fustella, una sorta di scheletro aperto del pack dove applicare eventualmente una grafica personalizzata.

Non usarlo per:

  • Impaginazione di brochure o materiale con molte pagine nonostante ci sia una funzione che permette di crearle.
  • Fotoritocco di foto o altre immagini.

A cosa serve InDesign

Questo è il software per eccellenza della grafica editoriale e progetti che hanno bisogno di avere al loro interno testi lunghi ed immagini esplicative. Il file che si ottiene da InDesign è anche idoneo per la stampa, ovviamente seguendo una serie di specifiche nell’esportazione del file.

Gli utilizzi principali:

  • Per creare materiale pubblicitario come manifesti, locandine e flyer. Si può anche utilizzare per la creazione di strumenti più piccoli come biglietti da visita o carta intestata.
  • Per creare documenti multi-pagina come cataloghi, libri, brochure, riviste inserendo le immagini o altri elementi grafici creati con gli altri software come Photoshop o Illustrator.

Non usarlo per:

  • Creare un logo, un’icona o un’illustrazione vettoriale.
  • Modificare immagini o foto.

In generale è bene ricordare che imparare ad utilizzare e scegliere il giusto strumento per la tipologia di progetto da realizzare, sarà fondamentale per facilitare il nostro lavoro e raggiungere il nostro obiettivo.

Se volete saperne di più e conoscere meglio il mondo del graphic design, vi consiglio dei libri molto interessanti.
Questi i link dove poterli acquistare:

     

Buona lettura!

Ilaria Falchini

Ilaria Falchini

Ciao, sono Ilaria sono una creative designer e condividerò con voi la mia passione per la comunicazione, la grafica e tutto ciò che è creativo.

Condividi l'articolo

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su telegram
Telegram
Condividi su whatsapp
WhatsApp
Condividi su email
Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sfoglia le categorie

Condividi 6Magazine

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su email
Email
Condividi su whatsapp
WhatsApp

Vuoi rimettere mano alla tua comunicazione?